Se la si affronta con le giuste accortezze, anche l'aspetto della pelle ne beneficerà. I consigli della dermatologa per preservare la propria bellezza durante la menopausa.Se la si affronta con le giuste accortezze, anche l’aspetto della pelle ne beneficerà. I consigli della dermatologa per preservare la propria bellezza durante la menopausa.

.

-Come cambia la pelle dopo la menopausa

 

Numerosi i cambiamenti biologici che una donna deve affrontare in menopausa. Senza esclusione di quelli che riguardano la pelle.

.

All’esaurimento della funzionalità ovarica, si accompagnano diverse modificazioni cutanee– spiega la dottoressa Alessandra Pelosi, specialista in dermatologia e venerealogia- la pelle tende a diventare più secca e rilassata, a perdere compattezza e luminosità, tono ed elasticità.

.

  • SEGNI DELL’INVECCHIAMENTO CUTANEO DOPO LA MENOPAUSA

-Quali sono gli aspetti cutanei ai quali bisogna prestare maggiore attenzione?

Risponde la dottoressa Pelosi:

L’invecchiamento cutaneo dovuto alla carenza di estrogeni non è uguale per tutte le donne

.

 

 

 

1. Per alcune prevale infatti una maggiore reattività nei confronti dei fattori ambientali con un peggioramento di condizioni preesistenti come couperose, fragilità e sensibilità cutanea;

.

2. Per altre saranno più evidenti i segni di rilassamento cutaneo, accentuazione delle borse e perdita dell’ovale del viso;

.

3. Per le donne con fototipo chiaro infine prevarranno i segni del photoaging (macchie e discromie cutanee).

.

.

  • DETERSIONE PIU’ DELICATA PER LA PELLE MATURA

-In menopausa la beauty routine deve cambiare?

Certo, partiamo dalla detersione che deve adattarsi alle nuove esigenze – precisa la dermatologa – diventando più delicata.

.

NO, alla detersione troppo aggressiva, come quella a base di tensioattivi (anionici o cationici sono i più irritanti): può provocare una perdita dei lipidi da parte della barriera cutanea. Da evitare in assoluto i classici saponi alcalini che, riducendo lo spessore dello stato corneo, aumentano ulteriormente la reattività cutanea.

.

E’ quindi opportuno optare per una detersione più gentile, evitando tonici alcolici e maschere disseccanti.

.

Sono indicati prodotti a basso potere irritante, poco schiumogeni, ed in grado di apportare sostanze idratanti ed emollienti.

Si potrà optare per i syndet liquidi (sapone non sapone) o ancora meglio per i “detergenti per affinità”: si tratta di oli e latti detergenti ideali in quanto non necessitano di tensioattivi e, per le pelli più secche, possono essere utilizzati anche senza risciacquo.

.

  • TRATTAMENTI SPECIFICI PER LA PELLE IN MENOPAUSA

-Le creme idratanti giorno e notte più indicate?

.

Il prodotto anti età deve assolvere a tre compiti specifici:

.

1) Proteggere l’integrità della barriera cutanea;

2) Correggere eventuali stati di disidratazione;

3) Contenere principi attivi ad azione multi correttiva(devono agire cioè su rilassamento, macchie, capillari e piccole rughe.)

.

In menopausa occorre fornire alla pelle sostanze che accelerano il processo di riparazione dello strato corneo,

gli ingredienti più efficaci sono:

.

Gli oli vegetali, contenenti ad esempio omega 6 e gamma orizanolo sembrano essere particolarmente indicati per proteggere e restituire turgore ai tessuti – continua l’esperta – Alle formulazioni idratanti e restitutive si potranno abbinare formulazioni contenenti sostanze protettrici dei capillari (vitamina C, bioflavonoidi) o formulazioni contenenti attivi ad azione ridensificante (isoflavoni di soia, ramnosio, mannosio o altri fitoestratti), cioè anti-rilassamento.

.

  • LA PELLE PUO’ CAMBIARE NOTEVOLMENTE

E’ possibile che una donna, che per una vita ha avuto una pelle grassa, si ritrovi dopo i 55 anni con una pelle secca?

.

Sì, con la menopausa anche quantità di sebo prodotta sulla superficie cutanea si riduce

.

per questo motivo anche donne che in passato hanno avuto la pelle mista o grassa possono osservare un vero e proprio cambiamento che si manifesta con secchezza,screpolaturefragilità e capillari visibili a causa dell’assottigliamento dell’epidermide.

 

.

  • MAGGIORE SUSCETTIBILITA’ DELLA PELLE ALLE CONDIZIONI CLIMATICHE

-Dopo la menopausa la pelle soffre maggiormente le condizioni climatiche (sole, vento, caldo…)?

La secchezza cutanea, insieme alle reazioni vasomotorie causate dalla carenza degli estrogeni, sono responsabili di uno scarso adattamento ai cambiamenti ambientali che si manifestano in:

.

Maggior suscettibilità agli sbalzi caldo/freddo e presenza di arrossamenti occasionali o persistenti.

.

  • PREVENZIONE, PROTEZIONE E CURA PER CONTRASTARE L’INVECCHIAMENTO

-Tutte le questioni dermatologiche si accentuano dopo i 60 anni?

.

“Certo, ma non bisogna disperare. 

.

Nonostante la menopausa sia un processo fisiologico, si tratta comunque di un periodo critico per ogni donna durante il quale si osserva un accentuato invecchiamento cutaneo – spiega la Dottoressa Pelosi – E’ quindi opportuno mettere in atto ogni accorgimento atto allaprotezione e prevenzione, primo fra tutti l’uso di una buona fotoprotezione durante il giorno, soprattutto nei mesi estivi, dato che l’invecchiamento fotoindotto si somma a quello cronologico e ormonale.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.